Imparare a fare trading online

Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che si dedicano, anche solo saltuariamente, al trading online. Un successo così ampio è dovuto essenzialmente alle elevate possibilità di guadagno. Per poter ottenere regolarmente dei soldi con il trading online è importante cominciare da una buona base di nozioni su come funziona questo tipo di investimento e sulle migliori strategie utili e renderlo remunerativo.

Come fare trading online

Per iniziare a fare trading online si deve possedere un conto operativo sul sito di un intermediario, chiamato in gergo broker. Questo conto si apre registrandosi ad un sito internet e versando poi il proprio capitale, tutto o in parte, su un nuovo conto, tramite cui si effettueranno le proprie speculazioni.

La prima cosa da valutare è che il sito cui ci si rivolge sia affidabile e che quindi possieda tutte le autorizzazioni di legge. Per poterlo verificare è necessario cercare l’autorizzazione da parte della Consob, o di altro ente similare a livello europeo. Senza tale documentazione il sito potrebbe nascondere una truffa, conviene quindi mantenersi lontani.

La scelta del broker dipende poi anche da una serie di peculiarità dei siti per investimenti online, alcuni dei quali sono riscontrabili sul sito TradingOnline.me. La lettura delle opinioni degli altri utenti e delle recensioni che si trovano in rete ci sarà di grande aiuto sotto questo punto di vista, evitandoci il compito di dover visitare ogni singolo sito presente online.

Come cominciare

In teoria una volta che si possiede il proprio conto operativo, con una certa cifra di denaro, si può subito cominciare ad investire. Conviene però evitare questa tentazione, per informarsi al meglio su come decidere le speculazioni da effettuare.

Il trading online si può effettuare su diversi mercati o anche con diversi metodi, come ad esempio le opzioni binarie o i CFD e gli ETF. Essenzialmente però il concetto è più o meno sempre lo stesso: si sceglie un asset e si prevede cosa avverrà alla sua quotazione, ossia se avrà un movimento in salita o in discesa.

Se si decide per l’effettiva variazione che avrà nella realtà, nel periodo di tempo prestabilito dal singolo affare, allora si ottiene un elevato guadagno, pari a cifre vicine al 90% di quanto investito. Il metodo sembra molto semplice, ma basta osservare da vicino il grafico elle quotazioni di un qualsiasi asset per comprendere che quotidianamente ha moltissime fluttuazioni, sia in salita, sia in discesa.

Osservare i trend

Un buon metodo per effettuare previsioni corrette consiste nel cercare di investire sempre sugli stessi asset, inizialmente anche solo uno o due. In questo modo nel corso del tempo si potrà cominciare a comprendere quali siano gli avvenimenti che portano la quotazione di quegli asset ad aumentare o a diminuire.

Spesso si possono anche evidenziare dei precisi trend: in alcuni periodi un bene aumenta di valore di giorno in giorno, come avviene ad esempio per il prezzo del petrolio. Esistono dei trend a livello macroeconomico, che riguardano ad esempio le società che operano in un singolo Paese, o di un intero settore, come ad esempio i titoli bancari; il trend microeconomico riguarda invece il singolo asset e il suo andamento può essere maggiormente correlato a degli eventi di ambito molto ristretto, come ad esempio una riunione del consiglio di amministrazione o la consegna periodica dei dividendi azionari.

Alcuni trader sfruttano, per guadagnare, i cosiddetti segnali di trading. Si tratta di informazioni provenienti da fonti di comprovata affidabilità, che ci suggeriscono quali investimenti siano i più interessanti nel corso di una giornata. Questo tipo di informazioni spesso sono ottenibili solo a pagamento, altre volte sono gli stessi broker che le forniscono ai loro trader.

Add Comment