Come investire nel forex e avere successo

Il mercato del Forex è particolarmente interessante per chi desidera iniziare un’attività di trading online. Le peculiarità di questo mercato infatti rendono abbastanza semplice comprenderne le dinamiche, a  patto di dedicare parte del proprio tempo ad approfondire l’argomento. A tal proposito il sito Diadi.it offre un’ampia gamma di interventi sul Forex e sui mercati finanziari in genere.

Perché fare trading nel Forex

Il mercato Forex, Foreign Exchange Market, è quello che riguarda il cambio tra valute. Si tratta di uno dei principali mercati al mondo, che si svolge al di fuori dei confini nazionali. Non ha una sede fissa, questo consente al trader di fare affari a qualsiasi ora del giorno e della notte, 5 giorni a settimana. In pratica anche chi ha tempo per seguire i suoi investimenti solo nelle ore serali trova nel Forex un mercato ideale, perché non chiude ad una certa ora del giorno, come invece avviene per altri tipi di mercati.

Oltre a questo ha tutti i vantaggi del trading online, ossia la possibilità di iniziare con piccole quote di capitale e di investire cifre minime per ogni affare, pur riuscendo a guadagnare in modo dignitoso. La maggior parte dei broker che si occupano di investimenti nel forex inoltre permettono ai loro clienti di sfruttare la leva finanziaria: piccoli investimenti che muovono ampi capitali, aumentando a dismisura le possibilità di guadagno.

Imparare a fare affari nel Forex

investire nel forexUn altro vantaggio importante del Forex, che fa preferire questo mercato ad altri, è il fatto che si tratta di un mercato le cui regole sono abbastanza facili da comprendere. Chi investe nel forex si occupa delle quotazioni di alcune coppie di valute, ad esempio euro/dollaro. Anche a chi non ha alcuna nozione di economia e di finanza appare evidente come tale quotazione sia influenzata dagli avvenimenti internazionali, o dagli stessi eventi che si volgono all’interno di uno Stato.

Se si pensa ad esempio al referendum sulla Brexit, o all’elezione del Presidente degli Stati Uniti d’America, sono fatti noti a tutti, di cui si è potuta seguire la cronaca in tempo reale, e che hanno portato evidenti influssi sul cambio delle valute dei rispettivi Paesi coinvolti.

Da dove si inizia

Per iniziare la propria attività di trading nel forex si deve scegliere un broker, che fungerà da intermediario a nostro nome. L’offerta del mercato è abbastanza ampia, ma non è necessario visitare il sito di ogni broker forex presente in rete. Sono infatti disponibili numerosi siti totalmente dedicati alle recensioni dei broker più utili e attivi in Italia.

L’importante sta nello scegliere un sito gestito da una società autorizzata dalla Consob, o anche da un altro ente di controllo europeo. In questo modo si avrà la certezza di mettersi in contatto con società totalmente legali, senza lo spauracchio di truffe o raggiri. La scelta del broker è un passo importante, ma sui siti dedicati si trovano addirittura delle classifiche dei migliori broker, cosa che rende questo compito rapido e indolore.

Una volta scelto il broker si dovrà aprire il proprio conto operativo, versandoci il capitale da utilizzare per gli investimenti. Volendo si può iniziare con cifre minime molto basse, anche solo 100 o 200 euro. Conviene però ricordare che per iniziare un’attività di trading di successo è necessario avere a disposizione un capitale minimo di almeno 1.000-1.500 euro, in modo da avere un certo margine di movimento sufficientemente ampio.

Quando il nostro conto è attivo possiamo scegliere le coppie di valute su cui speculare. In genere si tende a scegliere seguendo due criteri: le coppie di valute il cui cambio segue un trend ben preciso e netto; oppure le coppie di valute di paesi che si conoscono a fondo, in modo che sia più semplice ottenere informazioni in merito.

Add Comment