Come utilizzare supporti e resistente per il vostro trading

Avete spesso sentito parlare di supporti e di resistenze, ma non avete mai capito esattamente di cosa si tratti? Allora, è giunto assolutamente il momento di correre ai ripari: prendendo spunto dai concetti interessanti che potete trovare su http://www.forexbroker-it.com/, abbiamo infatti formulato una breve guida all’utilizzo corretto di questi due livelli di prezzo.

Cosa sono i supporti e le resistenze

Per poterne sapere di più, cominciamo con il ricordare che in analisi tecnica il supporto è quel livello di prezzo in corrispondenza del quale vi è di norma un arresto nell’andamento al ribasso dei prezzi di un determinato asset. Di contro, la resistenza è quel livello di prezzo dove la crescita dei valori di un determinato asset di norma si blocca.

Sul perché vi siano questi “blocchi”, non ci sono grandi dubbi (e dovreste ben immaginarlo se avete un minimo di dimestichezza con il trading): nel caso del supporto, infatti, a bloccare la tendenza discendente dei prezzi dell’asset sarà la maggiore concentrazione di acquisti che sarà sperimentabile in prossimità dello stesso, mentre nel caso della resistenza sarà l’elevata concentrazione delle vendite a impedire la prosecuzione del rialzo dei prezzi dell’asset.

Quanto sono affidabili i supporti e le resistenze

utilizzare supporti e resistenzeChiariti i concetti che precedono, molti trader che si stanno avvicinando per la prima volta al mondo dell’analisi tecnica si domandano con particolare interesse quale sia il livello di affidabilità dei supporti e delle resistenze. In linea di massima, un livello di supporto è tanto più affidabile quanto mostra una decisa tenuta a ripetuti attacchi da parte del mercato, senza che vi sia una rottura al ribasso.

Di contro, la resistenza risulterà tanto più forte e tanto più affidabile se è in grado di resistere a ripetuti attacchi da parte del mercato senza che avvenga una rottura al rialzo dei suoi livelli. In tal senso, è noto che un minimo o un massimo storico sono di norma in grado di rappresentare dei buoni livelli di supporto o di resistenza, e da questi potrebbe essere utile partire per una buona focalizzazione.

Per quanto concerne invece la penetrazione e la rottura dei livelli di supporto o di resistenza, questa può intuibilmente avvenire per una lunga serie di motivazioni sottostanti. Si pensi – a titolo di esempio – a importanti cambiamenti nei valori fondamentali dell’azienda (che ottiene utili più o meno sorprendenti, ecc.), o ancora a cambiamenti sulle previsioni legate all’andamento dei prezzi negli ultimi tempi, o ulteriormente variazioni di emotività di mercato anche basate su semplici indiscrezioni e rumor.

Da quanto sopra abbiamo riassunto, dovrebbe essere piuttosto chiaro come i supporti e le resistenze siano degli indicatori particolarmente semplici da utilizzare, e possano essere di grande utilità per tutti i trader che si stanno avvicinando a questo comparto.

Ovviamente, se un livello di supporto viene rotto, si trasforma automaticamente in un livello di resistenza e, di contro, quando un livello di resistenza viene rotto, si trasforma in un livello di supporto: in questi scenari si parla di pullback e… comprendere il perché avvenga questa relazione non è affatto difficile, se si pensa che il mercato finanziario ha memoria e, di conseguenza, tende a ricordare i livelli passati e, specialmente, quelli più importanti.

Vi evidenziamo infine che le linee di supporto e di resistenza possono essere tracciate sia in maniera orizzontale (supporto e resistenza statica) sia obliqua (supporto e resistenza dinamica). Nel primo caso, il supporto o la resistenza rappresenteranno dei punti fissi e costanti nel tempo, mentre nel secondo caso verrà tracciata una trendline con il variare dei prezzi e del tempo.

Add Comment